logo
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat. Ut wisi enim ad minim veniam, quis nostrud exerci tation.
banner
About      Faq       Contact     Shop

Camera da letto: 5 regole per dormire bene

Camera da letto: 5 regole per dormire bene

Un buon riposo è fondamentale per la nostra salute. Disturbi del sonno possono portare non pochi problemi.

Per aiutarci a mantenere una buona qualità del sonno esistono piccole regole che potrebbero migliorare notevolmente le nostre notti.

Vediamole insieme.

 

 

Posizione e telaio del letto

 

 

Prima tra tutte è la scelta del letto. Secondo il Feng Shui la scelta migliore è un telaio in legno ed evitare quello in metallo, e, per facilitare l’accesso al letto, avere la testata poggiata alla parete. Il Feng Shui, inoltre, sostiene che bisognerebbe evitare di posizionare il letto con i piedi verso la porta o vicino alla finestra, poiché i flussi di energia provenienti dall’esterno disturbano il sonno.

Anche le dimensioni hanno la loro importanza. L’ideale è dormire su una superficie larga 90 cm, mentre per quanto riguarda la lunghezza considerare 30 cm più della nostra altezza.

Dopo il telaio si passa a considerare il materasso, fondamentale per un buon riposo.

Accoglierà il nostro corpo per decenni, quindi un investimento da fare con attenzione e soprattutto di qualità.

Il materasso dovrebbe adattarsi al nostro corpo, ma non può essere troppo morbido.

Per un buon risveglio la mattina, il sostegno della colonna vertebrale è fondamentale.

Occhio anche il rivestimento del materasso che dovrebbe essere sempre in tessuto naturale e traspirante.

La qualità del tuo sonno dipende anche dalle lenzuola! La scelta dei materiali è importante, prima di tutto ti consigliamo di acquistare trapunta e cuscini imbottiti con fibre sintetiche. Tale materiale è spesso antiallergico e lascia passare l’aria. Per quanto riguarda le fodere, scegli quelle in materiali naturali, come cotone o lino, che permettono alla pelle di respirare e sono resistenti all’umidità.

 

 

Silenzio e buio

 

 

Passiamo ora alla camera da letto in generale. È importante creare un ambiente ideale.

È da sconsigliare la tipologia open space, poiché verrebbe a mancare l’intimità e la privacy necessaria. Scegliendo la porta, evitate quella in vetro per assicurare migliore isolamento della stanza dalla luce e dai rumori provenienti dalle altre stanze.

Le migliori stanze sono quelle con le finestre che danno sull’est. In questo modo il ritmo del giorno è sincronizzato con l’orologio biologico dell’uomo – ci svegliano i raggi di sole e quando andiamo a dormire possiamo già stare al fresco, in commercio esistono moltissimi tipi di simulatori d’alba che ricreano artificialmente la luce del sole per un risveglio ottimale.

Le tapparelle o persiane ti permetteranno di avere un buio totale nella stanza ciò favorisce il sonno. Rinuncia alle veneziane che sono fragili, attirano polvere e soprattutto non oscurano completamente la camera.

 

 

Temperatura e umidità dell’aria adeguate

 

 

Bisogna fare molta attenzione anche al sistema di ventilazione nella camera da letto.

Prima di andare a dormire bisogna arieggiare la stanza e cercare di non superare la temperatura di 20° C durante la notte. Ricordiamo anche di mantenere un adeguato livello di umidità. Se non vuoi svegliarti la mattina con il naso secco, usa umidificatori dell’aria.

Occhio alla quantità delle piante in camera, se di giorno esse producono ossigeno, di notte il processo è inverso, rarefacendo la qualità dell’aria. L’unica eccezione riguarda aloe vera che emette ossigeno anche di notte, filtra l’aria e la rende più umida, una vera piante del miracolo, ottima anche per moltissime ricette di bellezza e benessere.

 

 

Luce diffusa e colori rilassanti

 

 

Ormai lo studio che riguarda l’illuminazione è assai diffuso e ampiamente utilizzato anche in camera da letto. È infatti consigliata una luce soffusa in più punti della camera per creare un clima di relax e serenità. Se la sera adori leggere i libri, investi in una lampada da comodino o quella da terra per proteggere la vista.

La cromoterapia ci insegna che nell’ambiente in cui riposiamo è meglio usare i colori che hanno un effetto rilassante. Sfumature del verde, blu, azzurro e colori di terra sono perfetti in quanto tranquillizzano, regolano il ritmo cardiaco e la pressione sanguigna e di conseguenza favoriscono il sonno.

 

 

Ordine e niente elettronica

 

 

Il caos non è un buon alleato per un riposo ottimale, di contro bisognerebbe mantenere un buon ordine e pulizia nella stanza. Per questa ragione eliminiamo dalla camera da letto tutti gli oggetti che potrebbero creare confusione. Non sfruttiamo la superficie sotto il letto per nascondere le cose perché così possiamo disturbare il nostro sonno ma soprattutto impedirebbe una buona traspirazione del materasso favorendo l’accumulo di polvere, acari e sporco che danneggerebbero la nostra salute. Nella camera da letto non ci dovrebbero essere oggetti elettronici che causano la ionizzazione dell’aria e che emettono le radiazioni che possono disturbare il sonno. Prima di addormentarsi rinunciamo alla TV a favore dei libri!

})(jQuery)