logo
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat. Ut wisi enim ad minim veniam, quis nostrud exerci tation.
banner
About      Faq       Contact     Shop

Sonno: le curiosità che forse non sai

Sonno: le curiosità che forse non sai

Allodola o gufo? Voi che animale siete? Quando si parla di sonno si naviga in un mare immenso di caratteristiche e curiosità. Oggi parliamo di Cronotipo.

Si tratta di una caratteristica degli esseri umani che indica la maggiore attività in un periodo particolare della giornata.

Le persone allodole, infatti, sono coloro che tendono ad andare a letto presto e svegliarsi presto prediligendo la prima parte del giorno. Di contro le persone gufo sono maggiormente attive la sera, preferendo andare a letto tardi e di conseguenza svegliarsi altrettanto tardi.

Solitamente nei cronotipi cicli di sonno/veglia variano tra le due ore prima e le due ore dopo rispetto alla media. La maggior parte delle persone non appartengono nettamente ad un cronotipo mattiniero o serale.

Eccedere da un lato o dall’altro può portare forti scompensi e difficoltà nella vita di tutti i giorni soprattutto nelle attività celebrali.

I ricercatori nel campo della cronobiologia stanno cercando dei riferimenti oggettivi tramite i quali poter misurare queste caratteristiche. È infatti appurato che persone appartenenti allo stesso insieme, allodole o gufi, quindi che condividono lo stesso cronotipo possiedono schemi di attività molto simili oltre al sonno come appetito, esercizio, studio, ecc.

 

Se il buon riposo è fondamentale per il nostro organismo, un buon risveglio lo è altrettanto.

La tecnologia in questo campo ha fatto grandissimi progressi. La luce svolge un ruolo fondamentale sul cervello, indistintamente dalle caratteristiche di sonno veglia.

Da qualche anno a questa parte in commercio infatti è possibile reperire i simulatori d’alba. Ma cosa sono? Scopriamolo insieme.

Si tratta di vere e proprie sveglie che, a differenza del classico allarme fastidioso ed eccessivamente rumoroso, puntano tutto sulla luminoterapia.

Essa infatti consente di rimediare ai danni provocati da un ritmo eccessivamente irregolare del nostro orologio biologico, possibile responsabile di fastidi come depressione, stress e ansia.

Si tratta di una lampada da comodino che riproduce artificialmente il levarsi del sole, programmato ad un quarto d’ora, mezz’ora o un’ora prima del risveglio previsto.

All’inizio emette una timida luce arancione, simile all’alba. Questa ha un effetto sulle palpebre chiuse interessando la retina, arrestando così la produzione di melatonina, l’ormone del sonno. Il cervello percepisce il messaggio di prepararsi al risveglio, fino a raggiungere la massima luminosità. Il primo obbiettivo di un simulatore d’alba, infatti, è il risveglio naturale. Permette di risincronizzare l’orologio biologico, iniziando le mattine prive di stress, consigliato per le persone che hanno un ritmo sregolare del sonno. A lungo termine il suo utilizzo permette di combattere anche la depressione invernale causata dal calo della luminosità dovuta al periodo dell’anno.

})(jQuery)